La storia di Stintino

Le origini di Stintino

Il comune di Stintino ha una storia piuttosto recente, strettamente legata alle sorti della vicina isola dell'Asinara.

L'origine di Stintino risale al 1885, quando circa 45 famiglie di pescatori che vivevano nell'Asinara, furono costrette a lasciare le loro abitazione e quindi anche l'isola.

Questo avvenne perchè il Governo Italiano decise di fondare un lazzaretto ad uso sanitario e una colonia penale proprio nell'Asinara, in località Cala Reale.

Le famiglie si insediarono a Capo Falcone e fu così che nacque Stintino.

Fino al 1885 il territorio di Stintino faceva parte della Nurra di Sassari, regione agricola pianeggiante della zona nord-ovest della Sardegna, popolato da pastori e contadini.

Il borgo di Stintino, già frazione del comune di Sassari, è diventata comune autonomo il 10 Agosto 1988.

Le prime elezioni per la nomina del consiglio comunale di Stintino si sono tenute nel 1989.

Il vecchio borgo si sviluppa sul mare, tra due porticcioli, uno adibito alla pesca, attività principale degli abitanti locali, e l'altro turistico, per le imbarcazioni da diporto che giungono numerose durante la stagione turistica, e che partono per la visita al parco dell'Asinara.